testo grande testo piccolo dimensioni originali
Home      Contatti      Versione accessibile      English
   
AL VIA LA REALIZZAZIONE DI UN’INFRASTRUTTURA EUROPEA PER I COMBUSTIBILI ALTERNATIVI PDF E-mail

24.11.2014

La Commissione europea ha emanato il 24 gennaio 2013 una comunicazione, intitolata "Energia pulita per il trasporto, relativa alla strategia europea in materia di combustibili alternativi": l'elettricità, l'idrogeno, i biocarburanti, il gas naturale e il Gpl sono stati identificati come i principali combustibili alternativi, con potenzialità di lungo termine, in termini di alternativa al petrolio. 

Dando seguito alle indicazioni contenute in quella comunicazione, il 28 ottobre 2014 è stata pubblicata la Direttiva del Parlamento e del Consiglio UE n. 94 del 22 ottobre 2014, relativa alla realizzazione di un'infrastruttura per i combustibili alternativi: la direttiva stabilisce un quadro comune di misure per la realizzazione dell’infrastruttura, con l’obiettivo di ridurre al minimo la dipendenza dal petrolio ed attenuare l'impatto ambientale nel settore dei trasporti.

Gli Stati membri dovranno pianificare in tempi brevi la realizzazione dell’infrastruttura, “in stretta collaborazione con le autorità regionali e locali e con il settore interessato, tenendo altresì conto delle esigenze delle piccole e medie imprese”, sulla base delle specifiche tecniche comuni da adottarsi per i punti di rifornimento

Secondo la Direttiva l'elettricità e l'idrogeno sono fonti di energia idonee in particolare per favorire la diffusione dei veicoli elettrici/a celle a combustibile - compresi i veicoli della categoria L negli agglomerati urbani/suburbani e in altre aree densamente popolate - con vantaggi in termini di miglioramento della qualità dell'aria e riduzione dell'inquinamento acustico. L'elettromobilità contribuisce in maniera rilevante al conseguimento degli ambiziosi obiettivi dell'Unione europea in materia di clima ed energia per il 2020.” 

In particolare, per quanto riguarda la propulsione ad idrogeno, la Direttiva afferma che “I veicoli a motore alimentati a idrogeno presentano al momento tassi di penetrazione del mercato molto ridotti; la costruzione di una sufficiente infrastruttura di rifornimento per l'idrogeno è pertanto essenziale per rendere possibile una diffusione su larga scala dei veicoli a motore alimentati a idrogeno. Gli Stati membri che decidono di includere punti di rifornimento per l'idrogeno nei loro quadri strategici nazionali dovrebbero garantire la costruzione di un'infrastruttura accessibile a tutti per il rifornimento dei veicoli, garantendo la circolazione dei veicoli a motore alimentati a idrogeno su tutte le reti stabilite dagli Stati membri.”

 
< Prec.   Pros. >



cerca!





I nostri soci
 
 


© Hydrogen Park 2010 - Tutti i diritti riservati